Museo dell’Olio di oliva e della Civiltà contadina

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Sei qui: Home Il percorso museale

Percorso espositivo

E-mail Stampa PDF

Le tematiche del Museo dell'olio di oliva e della civiltà contadina sono presentate nel percorso espositivo attraverso metodologie di comunicazione ispirate ai principi dell’edutainment: le caratteristiche di un ecomuseo, il collegamento al territorio e alla natura, consentono infatti di vivere un’esperienza culturale come intrattenimento e divertimento.
Le informazioni e le testimonianze più interessanti e qualificate ma fruibili da tutti – comprese le scolaresche che nelle intenzioni degli organizzatori costituiscono un target importante di visitatori – sono proposte all’interno del Museo da personaggi a cavallo tra la fantasia e la storia, che dialogano tra loro attraverso i pannelli esplicativi creando un’interazione surreale e divertente con il pubblico.

Brigante Olivio

Troviamo così il Brigante Olivio e sua moglie, due “buoni diavoli” che “vivono” nella vicina Grotta dei Briganti – il brigantaggio in Calabria è stato un fenomeno importante fino al secolo scorso e la Grotta era realmente un rifugio sicuro per molti di loro – e che “accompagneranno” i visitatori per tutto il percorso. Essendo però persone semplici che parlano soprattutto il dialetto, i due, per le spiegazioni al pubblico, chiederanno aiuto a un filosofo dell’antichità: il filosofo accetterà con piacere e sarà lui quindi a parlare ai visitatori attraverso i pannelli con un linguaggio chiaro e diretto.

Oltre ai pannelli esplicativi con testi e immagini, il percorso del museo offre filmati e diorami e naturalmente l’esposizione di testimonianze materiali particolarmente significative all’interno delle vetrine. La visita nelle sale del museo, disposte su due piani, si sviluppa in tre settori di approfondimento: 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Seguici su facebook

facebook